Sei in: » Comune » PEC: Posta Certificata » PEC - POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

PEC - POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA


Il Comune di Seneghe è accreditato all'indice delle Pubbliche Amministrazioni indicePA coi seguenti indirizzi di posta certificata:

pec: protocollo.seneghe@pec.comunas.it
pec: protocollo.seneghe@legalmail.it

I cittadini possono quindi avvalersi del servizio PostaCertificat@ realizzato dal Governo italiano.

 

COS’E' LA PEC?
La PEC (Posta Elettronica Certificata) è un sistema di comunicazione tramite posta elettronica, con il quale può essere inviata e ricevuta in tempo reale documentazione elettronica con valenza legale, equivalente alla Posta Raccomandata con Ricevuta di ritorno (Raccomandata A/R). 
Il termine “Certificata” indica la caratteristica per cui il gestore del servizio PEC invia al mittente della PEC una ricevuta di consegna (sottoforma di messaggio di posta elettronica) che rappresenta la prova legale dell’avvenuta spedizione del messaggio e di eventuali allegati.  

La Posta Elettronica Certificata é obbligatoria per imprese, aziende, liberi professionisti e Pubblica Amministrazione (Legge n.2 del 28/01/2009).

 
COME FUNZIONE LA PEC
Il funzionamento della PEC è molto semplice da parte dell'utente:
- quando si utilizza la PEC, viene fornita al mittente una ricevuta che costituisce prova legale dell’avvenuta spedizione del messaggio e dell’eventuale documentazione allegata.
- allo stesso modo, quando il messaggio giunge al destinatario, il gestore invia al mittente la ricevuta di avvenuta (o mancata) consegna, con precisa indicazione temporale.
 
 
IL PROCESSO DI INVIO E RICEZIONE
Quando un mittente invia un messaggio al destinatario, attraverso il server di PEC del proprio gestore, il server stesso ne controlla le credenziali d'accesso (nome utente e password) o eventualmente di non accettazione, con tutti gli estremi: data e ora dell'invio, mittente, destinatario, oggetto.
Quindi il gestore controlla le caratteristiche formali del messaggio e invia al mittente una ricevuta di accettazione.
Il messaggio viene quindi "imbustato" dentro un altro messaggio, chiamato "busta di trasporto", firmato digitalmente dal gestore stesso.
Questa operazione consente di certificare ufficialmente l'invio e successivamente la consegna.
La "busta" viene ricevuta dal gestore PEC del destinatario, che controlla la validità della firma del gestore del mittente e la validità del messaggio.
Se tutti i controlli hanno avuto esito positivo, invia all'altro gestore una ricevuta di presa in carico e, contestualmente, il messaggio stesso al destinatario.
Quest'ultimo non è detto che lo legga subito. Infatti, il messaggio arriva in un "punto di consegna", che è una specie di cassetta postale.
Il punto di consegna ha una funzione importante perché, appena riceve il messaggio, invia una ricevuta di avvenuta consegna al gestore del mittente.
A questo punto il mittente troverà la ricevuta nella propria casella postale.
Se il messaggio era stato inviato a più destinatari, riceverà una ricevute per ogni destinatario di avvenuta o non avvenuta consegna (vi è infatti anche questa eventualità).